Tag Archives: Degrowth

Talking about food

Why worrying about food miles is missing the point

Getting your lamb from New Zealand isn’t hurting the planet and buying your potatoes from the other end of the country is fine. Jay Rayner says food miles are not the problem and, below, visits an abattoir

The Observer,

IMG_2038

In November 2009, I lost my temper in front of a bank of television cameras in a way I have never done before or since. I was in Los Angeles working as a judge on the second season of the American TV series, Top Chef Masters. For the final, the three remaining competitors had been asked to cook a series of dishes that told their story: their first food experiences, where they are now, where they are going and the like. For the dish that defined where he was going, the famed Las Vegas-based chef Rick Moonen had cooked a venison dish, using meat imported from New Zealand.

read more

CONFERENZA DI RIO SUL CLIMA

IL FALLIMENTO DELLE POLITICHE AMBIENTALI

L’ILLUSIONE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

Oggi 20 giugno 2012 prende il via a Rio de Janeiro la Conferenza Internazionale dell’Onu sul clima.

Il vertice che si concluderà il prossimo al 22 giugno sembra già destinato  al fallimento.

L’assenza del presidente Usa Barack Obama, della cancelliera tedesca Angela Merkel e del primo ministro britannico David Cameron, la dice lunga sull’importanza che danno ai problemi ambientali i paesi più industrializzati.

A 20 anni dalla Conferenza del 1992 svolta sempre a Rio, se si escludono molti buoni propositi, sembra che niente sia cambiato.

La finanza il profitto e la crescita infinita, restano sempre gli assi su cui i paesi industrializzati contano di impegnarsi.

In nome della crisi, ogni scelta drastica a favore della riduzione dei gas serra, delle politiche ecologiche, risulta un costo.

Si continua ad inseguire un modello di sviluppo che ha fallito, senza considerare i costi ambientali che saremo costretti ad affrontare nei prossimi anni se non invertiamo la rotta, avviando la transizione verso una società ecologica.

Fino a quando non matureremo la consapevolezza che l’attuale sistema economico non regge più, che è necessario decolonizzare il nostro immaginario legato alla crescita allo sviluppo al profitto e al consumo; fino a quando non capiremo che le risorse disponibili sul nostro pianeta non sono sufficienti a garantire una società dell’opulenza, sarà difficile superare quella che tutti chiamano crisi.

Costruire una società della decrescita rappresenta una necessità per la sopravvivenza della vita sulla terra.

Non possiamo continuare a curare una malattia se la medicina che somministriamo la peggiora.

 

Pachamamalab San Severo (FG)

Pachamama Ecologylab.

 


 Pachamama

Ecological education, scientific dissemination

ECOLITERACY

Teaching Ecology and Science Playing

Imagine and share the dream of a better world

 

VISUALIZZAZIONE OTTIMALE CON MOZILLA FIREFOX; GOOGLE CHROME; UBUNTU


 

 

Buen vivir è un concetto che fa parte della tradizione indigena dell’America Latina per indicare l’alternativa all’economia del profitto e dell’iperconsumo.

 Diffondere l’idea di Buen Vivir significa far conoscereun’etica del sufficiente per tutta la comunità, nonsolamente per l’individuo; presuppone una visione inclusiva dell’uomo immerso nella grande comunità terrestre.

Il Buen Vivir è un concetto ampio in cui l’essere umano è parte integrante della Pachamama (madre terra) e vive incomunione con le energie dell’universo.

 Pachamama è un’associazione che promuove attivitàpratiche ludico- formative legate alla sobrietà,all’ecologia, alla biodiversità, alla qualità della vita ealla sperimentazione di nuovi modelli di sviluppo, di produzione e di consumo.

 Le attività e i servizi proposti sono rivolti a bambini,ragazzi e adulti.

Pachamama è un luogo, un punto di aggregazione in cui attraverso attività pratiche formative, è possibile sperimentare nuovi modelli per costruire una società ecologica.


Quando fai piani per un anno, semina grano.

Se fai piani per un decennio, pianta alberi.

Se fai piani per la vita,

forma ed educa le persone.

(Proverbio cinese)